the TURKOS Meet The Little Devils donazione per il nuovo LP/donation for the new LP "Musica delle Ossa"



Ciao a tutti abbiamo da poco ultimato i mixaggi del nuovo disco “Musica sulle ossa” dei theTurcos meet the Little Devils, vorremmo farne un vinile, stiamo mettendo insieme una cordata di piccole etichette amiche, ma non basta serve anche il vostro aiuto.
Vi chiediamo di fare una donazione minima di 10 euro per permetterci di raggiungere una somma pari a 1,500 euro per la stampa, riceverete in cambio una copia del vinile…
Le modalità per donare sono diverse o via paypal premendo sul banner viola che vedete sopra oppure facendo una donazione sulla carta  4023 6010 1347 2253.
Scrivete cmq una mail ad a_spirale@yahoo.it per qualsiasi info e maggiori dettagli su come fare la donazione, e anche, se lo ritenete necessario  per richiedere il link privato per il preascolto del disco.
Vi ringraziamo in anticipo
saluti da
“i Turcos”

 

COME NASCE IL PROGETTO
Dal 2011 nelle campagne isolate del Beneventano, nei pressi di S.Agata de Goti, si tiene una due giorni, totalmente autoorganizzata, di musiche altre e convivialità dal titolo Weird Barn Dance,
Molte realtà dell’underground campano e non solo vi prendono parte, si passa dalla musica improvvisata, all’elettroacustica, al noise, all’elettronica, al weird hiphop e alla musica popolare.
In questo clima nasce theTurcos meet the Little Devils, che vede come nucleo centrale un duo molto affiatato, quello di Giovanna Turco e Giovanni De Luca, dediti alla pratica e allo studio delle musiche popolari tradizionali del sud italia, a partire  già dagli dagli anni ’80/’90. Giovanna usa voce, tammorra e organetto, Giovanni invece chitarra classica e seconda voce. Loro fido compagno è il fisarmonicista/pianista Davide Russo che si muove tra gli studi su Rachmaninov e la decostruzione totale della fisarmonica sia in termini di linguaggio che del corpo vero e proprio dello strumento.
L’incontro a Weird Burn Dance con Mario Gabola e Stefano Costanzo  chiude il cerchio o sarebbe meglio dire lo rompe…
Mario Gabola sassofonista di formazione bandistica del salernitano, si sposta a Napoli e comincia a studiare da autodidatta tecniche estese sul sax e sviluppa interesse sul feedback e sull’autocostruzione elettronica, concentrandosi molto sui comportamenti non lineari delle elettroniche prodotte, fonda gli A Spirale nel 2004 e gli Aspec(t) 2007. Stefano Costanzo è il batterista fondatore dei Tricatiempo, band dedita inizialmente all’avant-jazz, spostatasi sempre di più verso zone di confine come l’elettronica, l’elettroacustica e il noise.
Il sestetto si chiude con Umberto Lepore contrabbassista che collabora già con Stefano Costanzo negli Oportet. 

 

IL DISCO "Musica delle ossa/Rëbra" 

"Le rëbra (in russo: рёбра, letteralmente costole) erano dei dischi a microsolco improvvisati realizzati con lastre per radiografie. Realizzati principalmente tra gli anni cinquanta e sessanta in Unione Sovietica, i rëbra rappresentavano un metodo impiegato nel mercato nero e nel contrabbando per distribuire la musica, censurata dal regime..." (Wikipedia 2021)

Le registrazioni utilizzate per "Musica dalle ossa" sono una sorta di folk sperimentale-tradizionale, l'idea è quella di addentrarsi sempre più nell'astrazione e di aprirsi ad un'esperienza improvvisata totale muovendosi intorno alla melodia tradizionale, non è ancora mixato ma solo un'anteprima per amici e persone interessate a contribuire allo sviluppo di questa idea/progetto...

Giovanni De Luca: chitarra acustica
Giovanna Turco: voce, chitarra, percussioni tradizionali, organetto
Davide Russo: fisarmonica e chitarra
Umberto Lepore: contrabbasso e feedback
Stefano Costanzo: batteria e percussioni
Mario Gabola: sax alto e feedback

Featurings:
- traccia 3 Abstral Compost (Rapper sperimentale di Losanna)
- traccia 4 Rico degli Uochi Toki (Noise Rap band dall'Italia)
- traccia 7 Tonino Taiuti (attore di teatro tradizionale napoletano e scultore del suono, che legge "Don Fausto" di A. Petito (1822-76) un adattamento dialettale napoletano del Faust di Goethe)

 

 

[English Version] 



Hello everyone, we have recently completed the mixing of the new album "Music on the Bones" by theTurcos meet the Little Devils, we would like to make a vinyl, we are putting together a group of small label friends, but it is not enough we need your help.
We ask you to make a minimum donation of 10 euros to allow us to reach a sum equal to 1,500 euros for printing, you will receive in return a copy of the vinyl ...
The ways to donate are different or via paypal by pressing on the purple banner you see above or making a donation on the card 4023 6010 1347 2253.
Write an email to a_spirale@yahoo.it for any info and more details on how to make the donation, and also, if you feel it necessary to request the private link for the pre-listening of the record.
We thank you in advance
greetings from
"the Turcos"

HOW THE PROJECT WAS BORN
Since 2011, in the isolated countryside of Benevento, near S.Agata de Goti, there is a two-day event, totally self-organized, of other music and conviviality entitled Weird Barn Dance,
Many realities of the underground Campania and not only take part, we go from improvised music, electroacoustic, noise, electronics, weird hiphop and popular music.
In this climate was born theTurcos meet the Little Devils, which sees as its core a very close-knit duo, that of Giovanna Turco and Giovanni De Luca, dedicated to the practice and study of traditional folk music of southern Italy, since the '80s / '90s. Giovanna uses voice, tammorra and accordion, Giovanni instead classical guitar and second voice. Their faithful companion is the accordionist/pianist Davide Russo who moves between studies on Rachmaninov and the total deconstruction of the accordion both in terms of language and of the actual body of the instrument.
The meeting at Weird Burn Dance with Mario Gabola and Stefano Costanzo closes the circle or rather breaks it...
Mario Gabola is a saxophonist with a band background from Salerno, he moved to Naples and began to study extended saxophone techniques as a self-taught musician and developed an interest in feedback and electronic self-building, focusing on the non-linear behaviours of the electronics produced. He founded A Spirale in 2004 and Aspec(t) in 2007. Stefano Costanzo is the founding drummer of Tricatiempo, a band initially dedicated to avant-jazz, moving more and more towards borderline areas such as electronic, electroacoustic and noise.
The sextet closes with Umberto Lepore, double bass player who already collaborates with Stefano Costanzo in Oportet.


THE ALBUM "Musica delle ossa/Rëbra"

"The rëbra (Russian: рёбра, literally ribs) were improvised microgroove records made from x-ray plates. Made primarily between the 1950s and 1960s in the Soviet Union, rëbras represented a method employed in black market and smuggling to distribute music, censored by the regime..." (Wikipedia 2021)

The recordings used for "Musica dalle ossa" it's some sort of experimental-traditional folk music, the idea is get more and more into absract and to open to a total improvised experience moving around traditional melody, it's still not mixed just a preview for friends and people intrested helping in develope this idea/project...

Giovanni De Luca: acoustic guitar
Giovanna Turco: voice, guitar, traditional percussions, organetto
Davide Russo: accrodion and guitar
Umberto Lepore: doublebass and feedback
Stefano Costanzo: drum and percussions
Mario Gabola: alto sax and feedback

Featurings:
- track 3 Abstral Compost(Experimental Rapper from Lausanne)
- track 4 Rico from Uochi Toki (Noise Rap band from Italy)
- track 7 Tonino Taiuti (actor of traditional neapoletan teather and sound sculptor, reading "Don Fausto" by A.Petito(1822-76)a neapoletan dialect adaptation of the Goethe's Faust)